Aumenta il rendimento con i test A / B in Google Ads

Per fare pubblicità con successo a lungo termine, gli inserzionisti spesso si chiedono quali leve devono essere tirate per aumentare le prestazioni. Dal momento che non c’è sempre l’ovvio percorso giusto o sbagliato, il test della campagna è un’opzione eccellente che ogni inserzionista dovrebbe conoscere. Molti fattori influenzano la redditività di una campagna Google Ads. La scelta della strategia di offerta o della pagina di destinazione può determinare il successo o il fallimento di una campagna. Google Ads offre agli inserzionisti un ambiente di prova in cui è possibile testare i possibili scenari per un periodo di tempo e, se i risultati sono soddisfacenti, possono essere trasferiti alla campagna originale. La scalabilità dei risultati ottenuti è importante.

Cosa sono i test A / B?

Con i test A / B o i test divisi, gli inserzionisti possono testare due varianti di una campagna in  parallelo  senza dover apportare modifiche alla campagna originale. Testare le modifiche una dopo l’altra invece che in parallelo spesso non è utile a causa della mancanza di comparabilità date le diverse condizioni di partenza come le fluttuazioni della stagionalità, della concorrenza o del volume di ricerca.

È possibile testare i seguenti criteri principali:

  1. Pagine di destinazione
  2. Strategie di offerta
  3. Testi degli annunci

In un test, la variante A corrisponde alla campagna originale e la variante B alla campagna con il criterio da testare. Per ottenere risultati pertinenti, entrambe le campagne dovrebbero ricevere ciascuna il  50% del traffico  . 

Realizzazione di un test di campagna

Il primo passaggio nella configurazione di un test A / B in Google Ads è creare una bozza che può essere applicata alla campagna originale o attivata come test. Quando si crea una bozza, viene creata una copia della campagna originale,  uno specchio di tutti i contenuti  come gruppi di annunci, annunci, parole chiave, strategie di offerta. Gli inserzionisti possono trovare questa opzione sotto la voce di menu “Bozze e test” nell’interfaccia di Google Ads.

Le bozze sono disponibili solo per le   campagne sulla rete di ricerca e sulla Rete Display . Non è stata ancora approvata una configurazione di bozze per le campagne video o Shopping. Quando un test viene eseguito come bozza, verifica le modifiche apportate alla nuova campagna e confronta il suo rendimento con la campagna originale nel tempo senza influire sul rendimento. 

Quando una bozza è pronta, gli inserzionisti hanno la possibilità di creare un test invece di applicare le modifiche direttamente alla campagna originale.

L’utente ha due opzioni per dividere il test:

  1. Suddivisione in base ai cookie  : con i gruppi di test basati sui cookie, gli utenti di solito vedono solo una versione della campagna, indipendentemente dalla frequenza della query di ricerca. I dati ottenuti sono il più precisi possibile, poiché nessun altro fattore falsifica i risultati.
  2. Distribuzione basata su query di ricerca  : nel caso di gruppi di test basati su query di ricerca, per ciascuna ricerca vengono visualizzati gli annunci della versione di prova o della campagna originale. Questa operazione viene eseguita in modo casuale e consente di riprodurre entrambe le versioni dell’annuncio per lo stesso utente se la stessa query di ricerca viene eseguita più volte.

Un test può essere terminato in qualsiasi momento. Le varie figure chiave vengono valutate nella panoramica della campagna. Se i risultati ottenuti hanno determinato un aumento delle prestazioni, segue il trasferimento alla campagna originale.

Quali opzioni offrono i test A / B?

Il test A / B può essere utilizzato per testare una serie di regolazioni. I principali che ogni inserzionista dovrebbe conoscere sono:

1. Pagina di destinazione del test della campagna

Se gli inserzionisti hanno due potenziali pagine di destinazione per un prodotto o servizio, il test A / B di questi due URL pagina di destinazione può aiutare a determinare quale sta producendo i risultati desiderati. Ad esempio, un prodotto ha una pagina dell’ordine nel negozio e una pagina di accesso per l’accesso di prova gratuito. L’utente può essere direttamente interessato all’acquisto del prodotto. In alternativa, gli inserzionisti desiderano che l’utente raggiunga la pagina di accesso per l’accesso di prova e la utilizzi per eseguire la conversione dopo la scadenza del periodo di prova. Un test A / B può mostrare quali di queste pagine di destinazione incoraggiano gli utenti a convertire e aumentare la redditività degli annunci. Piccoli cambiamenti sulla pagina di destinazione, come il posizionamento di un interferente, spesso portano a cambiamenti nelle prestazioni,

2. Strategie di offerta di prova della campagna

È possibile utilizzare uno split test per verificare in che misura una diversa strategia di offerta influisce sul rendimento della campagna. Gli inserzionisti modificano la strategia di offerta nelle impostazioni della campagna di prova. Tutte le strategie di offerta automatiche e manuali  sono disponibili per l’ambiente di test. Ad esempio, un inserzionista vorrebbe verificare se l’abbassamento delle offerte porta ancora a un traffico sufficiente o se un negozio orientato a generare vendite con la strategia “ritorno sulla spesa pubblicitaria target” o “massimizza il valore di conversione” ottiene un aumento significativo dei valori di conversione.

3. Testi pubblicitari di prova della campagna

I testi degli annunci sono fondamentali come primo punto di contatto con l’utente. Più l’annuncio sembra essere accattivante e appropriato per il gruppo target,  più clic e conversioni  ottengono gli inserzionisti. Ciò dimostra l’importanza di eseguire test continui. Ad esempio, è possibile verificare quanto segue:

  • Indirizzo: indirizzo dell’utente
  • Formulazione: poco costoso vs. economico
  • Invito all’azione: acquista ora e ordina qui

Determinando il contenuto dell’annuncio con il rendimento migliore, è possibile aumentare i tassi di clic e di conversione.

Potresti essere interessato ai seguenti argomenti:

Il controllo del canale di rilancio: cosa può andare storto con SEO, SEA & Co.?

MARE oltre le basi (parte 1): segnare punti con i display del tempo in presenza di sole e pioggia

Che cos’è la SEO: la guida di base all’ottimizzazione per i motori di ricerca [2021]

Conclusione

Con Google Ads, i test A / B o split test semplificano la determinazione della reazione degli utenti alle modifiche  senza applicarli a tutto il traffico e sostenere costi elevati  . È essenziale per i test che gli inserzionisti aggiustino solo un criterio (nessuna combinazione di una nuova pagina di destinazione, testi degli annunci o strategie di offerta) al fine di determinare quale cambiamento porta a uno sviluppo positivo o negativo del rendimento. I test A / B sono utili per comprendere meglio gli utenti, generare dati affidabili e  aumentare le prestazioni a lungo termine  .

Lascia un commento