Best practice: suggerimenti per inviti all’azione per gli operatori di negozi online

La “Call-To-Action” (abbreviazione: CTA) è uno degli elementi più importanti in un negozio online. Di solito è più piccolo delle immagini o del testo sulla pagina. Tuttavia, dovrebbe essere prestata almeno la stessa attenzione degli altri elementi.

La call-to-action può fornire lo slancio finale e decisivo per guidare un  potenziale cliente verso un’azione che  serva agli obiettivi di marketing del rispettivo sito web.

Se prendi il modello AIDA, allora il CTA è l’elemento che consente a un potenziale cliente di un negozio online di compiere l’importante passo di trasformare un desiderio che è stato risvegliato in un’azione. In breve: l’  importanza del CTA è immensa  .

Qual è comunque il CTA?

“Call to Action” significa semplicemente ”  Invito ad agire  “. Lo scopo del CTA è convincere il potenziale cliente a eseguire una determinata azione.

Nel negozio online, il CTA di solito porta a un  acquisto . Ma ovviamente ci sono altri possibili compiti. Ad esempio, se un annuncio porta prima il potenziale cliente a una pagina di destinazione, il CTA potrebbe avere il compito di guidarlo  dalla pagina di destinazione al negozio online .

Un CTA può anche  richiedere,  tra le altre cose, di  chiamare un fornitore  , che a volte è un’opzione con fornitori di servizi come le imprese artigiane. Oppure ti invita  a registrarti  a una  newsletter  .

In definitiva, l’invito all’azione riguarda sempre il fatto che l’operatore di un sito Web ha definito almeno un   obiettivo di  marketing per il rispettivo sito Web  e il CTA chiede al potenziale cliente  di agire in conformità con questo obiettivo di marketing .

Tipi di invito all’azione nei negozi online


Anche se restringi la tua visione del CTA nell’e-commerce e nei negozi online, rimane  più di un tipo di invito all’azione  .

C’è sempre  più di un obiettivo di marketing  associato a un negozio online e alle sue singole pagine. Le vendite sono  sempre la  massima priorità . Tuttavia, ci sono vari livelli che un consumatore a volte attraversa prima di effettuare un acquisto. E a tutti questi livelli, l’invito all’azione può essere utilizzato come elemento di suggerimento.

Il CTA sulla pagina di destinazione

Prendi una pagina di destinazione, ad esempio. Se un potenziale cliente visita una pagina di destinazione di questo tipo in un negozio online, una  ricerca su Google potrebbe averlo condotto lì  , nell’esempio “credito vacanza New York”.

Quindi il cercatore ha già  un’idea relativamente precisa  di ciò che sta effettivamente cercando. La pagina di destinazione lo mostra:

  • Hai ragione qui!
  • Ti porteremo dove potrai ottenere quello che stai cercando!

L’invito all’azione contiene il messaggio:  se fai clic su di me, la tua esigenza attuale sarà soddisfatta. Pochissimi vorrebbero aspettare troppo a lungo per soddisfare tale esigenza.

L’invito all’azione dovrebbe essere progettato per essere particolarmente evidente. Il CTA è il migliore per attirare l’attenzione del visitatore!

Il CTA per l’iscrizione alla newsletter

Un altro esempio di invito all’azione in un negozio online è la richiesta di  registrazione a una newsletter .

Questo può essere fatto  alla fine del processo di ordinazione  semplicemente spuntando la  casella  o utilizzando un campo separato  sul lato del negozio .

Quest’ultima opzione rappresenta un  ostacolo maggiore  per il visitatore. Anche qui il CTA diventa il generatore di impulso finale  , che nella migliore delle ipotesi garantisce che una parte interessata diventi davvero un nuovo destinatario della newsletter.

Sempre più popolari sono i  lightbox  che appaiono sullo schermo dopo un certo periodo di visita o quando si cerca di lasciare il sito Web e ti chiedono di iscriverti alla newsletter.

Questi  livelli “PopUp”  che appaiono sorprendentemente sono percepiti da alcuni utenti come  invadenti . A causa dell’alto livello di attenzione che  va  con loro, il  tasso di iscrizione alla newsletter  con loro è  abbastanza alto !

CTA: Gli ostacoli per i clienti a volte sono elevati

Ci sono molte altre aree nel negozio online in cui un CTA è utile o addirittura necessario. La variante più nota è sicuramente il  pulsante di acquisto (a pagamento)  nella pagina dei dettagli del prodotto o nel processo di pagamento del carrello.

La CTA dovrebbe essere  chiaramente visibile  sulla pagina e forse dovrebbero essere posizionati elementi nelle sue vicinanze che  influenzano positivamente  la decisione di acquisto. Può trattarsi di informazioni su possibili  pagamenti rateali , riferimenti a  tempi di consegna rapidi  o  elementi di fiducia  come i  sigilli di approvazione  che dimostrano che i proprietari dei negozi possono davvero essere affidabili.

In qualità di operatore di un negozio devi essere consapevole che ogni CTA rappresenta un  certo ostacolo  per il potenziale cliente che lui o lei salta … o no. Tali ostacoli sono diversi!

Se il CTA chiede al cliente di inserire un prodotto nel carrello, questo è solo un  ostacolo medio . Se, invece, gli viene richiesto di effettuare un  acquisto vincolante  cliccando sul CTA, l’ostacolo è notevolmente  più alto . Questo vale ancora di più per i potenziali  nuovi clienti  che per  i clienti esistenti .

I nuovi clienti potrebbero dover divulgare  le informazioni personali  prima di fare clic sul CTA che attiva un acquisto. Ciò richiede una certa fiducia in qualcuno che il nuovo cliente conosce appena. Potrebbe essere utile posizionare elementi che rafforzano la fiducia (ad esempio  elementi di fiducia  come un sigillo di approvazione Trusted Shops) vicino al CTA.

In questo modo, ogni sospetto esistente di potenziali clienti può essere eliminato. In definitiva, vale quanto segue:  maggiore è l’ostacolo da superare per il cliente, più convincenti devono essere il CTA e il suo ambiente.

Significato della call-to-action nel modello AIDA

Le fasi che un cliente attraversa in un negozio online prima di effettuare un acquisto possono essere facilmente spiegate con il cosiddetto  modello AIDA .

  1. Attenzione  – Prima di tutto, un prodotto deve attirare l’attenzione del visitatore del negozio online.
  2. Interesse  : l’  interesse  dovrebbe quindi derivare dall’attenzione.
  3. Desiderio  : l’interesse si trasforma in desiderio.
  4. Azione  – Dovrebbe quindi essere il più semplice possibile per il visitatore dare seguito a questa richiesta con un’azione che sia nel suo interesse e nell’interesse dell’operatore del negozio online.

Il modello AIDA (Attenzione, Interesse, Desiderio, Azione) è uno dei  principi di marketing di base , sebbene sia singolarmente contestato se possa essere utilizzato ovunque.

Tuttavia, l’affermazione di base trasmessa dal modello AIDA è ampiamente accettata. Bisogna suscitare e approfondire un interesse e infine mettere il potenziale cliente nelle condizioni di esprimere il  suo desiderio attraverso un’azione. Quest’ultimo compito è quello degli inviti all’azione.

Non sottovalutare mai l’importanza del CTA

Vari test hanno dimostrato l’importanza di un invito all’azione ottimizzato. Ottimizzare il CTA significa spesso, soprattutto, trovare la  posizione ideale .

Si può trovare la posizione ideale, che può aumentare il  tasso di conversione  (rispetto al CTA nella posizione iniziale) del 20% o talvolta anche fino al 50%  .

Altre possibili modifiche relative alla CTA possono influenzare la  forma , le  dimensioni  e l’ambiente della CTA. Di volta in volta, gli ottimizzatori di conversione mettono in gioco il colore del CTA quando si tratta di ottimizzarlo. Ma i colleghi sono piuttosto divisi su questo. Una cosa è chiara: i  colori  attirano le persone!

L’invito all’azione – ha ribaltato la bilancia

Riassumiamo: l’invito all’azione è uno degli elementi di base in un negozio online. Può essere il fattore decisivo  se le parti interessate diventano effettivamente acquirenti. Dovrebbe quindi essere prestata una certa attenzione. Non ignorarlo!

Lascia un commento